Lazio: capoccia(ta) e Sorriso

lazio

Capoccia(ta) maestosa del fenomeno Sergej Milinković-Savić

Lazio a -3 (gare dalla fine) a + 4 (punti di vantaggio), no non voglio fare una lezione di algebra ma fotografare con i numeri una situazione della nostra squadra sempre più allettante.

Nulla è conquistato, tutto è da conquistare ma la difficile gara di Torino ha dimostrato che se mai ce ne

fosse stato bisogno la forza assoluta di una squadra capace di far fronte a infortuni al cuore (Immobile e Radu, da verificare se saranno disponibili per l’ultima gara)

e di metabolizzare anche con non curanza errori dal dischetto

(Luis Alberto più cattiveria, please).

No ragazzi, questa armata biancazzurra non si ferma davanti a nulla e con una gara sontuosa per classe, tecnica, tattica e spirito di sacrificio sbanca Torino per la seconda volta in cinque mesi (per il tripudio dei 1.500 laziali presenti) con una capocciata maestosa del fenomeno Sergione Milinkovic valutazione 200 ml .

Finisce #zeroauno senza rischiare nulla alla faccia di chi diceva che questa Lazio non sa vincere come le grandi e cioè col minimo scarto e senza subire gol.
Cari gufi vi ha detto male pure stavolta perché la Lazio non sa fare solo goleade, ma sa dominare anche chirurgicamente e vincere di giustezza.

La Lazio dopo Salisburgo

qualcuno la definì apocalisse… è ripartita più forte di prima, capendo una lezione che sarà utilissima anche il prossimo anno. Ora nessun nessuna presunzione malgrado anche Mazzarri, allenatore dei granata, lo ha ammesso: “la Lazio è la squadra più forte mai incontrata”.

Capocciata “alla Milinkovic ” e sorriso per prepararsi all’affascinante sfida dell’Olimpico contro una dea bergamasca in formissima.
Una squadra che gioca un calcio di stampo europeo come la Lazio.
Sarà una gara spettacolare e per la prima squadra della capitale conquistare i tre punti vorrebbe dire tanto forse tutto in questa rincorsa Champions.

Autore – Carlo Cagnetti.

Il nostro sito: redhouseradio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *